This is the blog for Franko B's sculpture class at Accademia di Belle Arti di Macerata, Italy.

Follow by Email

ci riproviamo.

500 parole di me…???
Ok ci provo!!!
Questa è l'unica espressione che ho ripetuto più spesso nella mia vita… ok ci provo…
Sono Maria Grazia, una bambina una ragazza una donna, forse tutto questo e niente di questo. Nasco a Barletta nel tacco d'Italia…passo la mia infanzia in Sicilia e li ci sono i ricordi più belli, il mare, il sole, l'odore dell'eucalipto e i mille profumi della sua cucina. Come i salmoni risaliamo l'Italia cercando un posto migliore…ma in realtà seguivamo la divisa di mio padre, le Mahe.
Finanziere per necessità più che per piacere, mio nonno gli disse:
-"o la terra o se vuoi studiare fai il medico…almeno potranno parlare bene della nostra famiglia"
…ma è scappato. Il secondo ma il primo maschio di una famiglia di 7 fratelli tutti in divisa alla fine, e la terra è rimasta tra le sue sole mani, mio nonno troppo difficile da governare perché non ha mai saputo chiedere aiuto e la sua umiltà era solo nell'utilizzo di una zappa e della terra. La mia famiglia nella sua rigidità militaresca ha un'unione fortissima, ma è disperatamente separata. Siamo in 4 e abitiamo in 3 diversi posti, difficile da comprendere? Mio padre alla fine è ritornato nel suo ovile pugliese, abitando in una casa da sogno coniugale, stipulato in anni lontani con la sua donna, ma poco praticato. Mio fratello libero dalla nascita, uomo , leone, soprattutto vivo, studente brillante ma per scelta diventa elettricista. Mia madre, donna protettiva, gioiosa linfa, vera ribelle e indipendente prima di tutto, vive lontana dal marito perché lavora come bidella a Montegranaro. Quindi abita con me e affoga con un turbine di
parole e buone maniere la mia vita, condividendo gioie e dolori…esatto i dolori…questi durano sempre di più rispetto alle gioie, ma sono quelli che più fortificano e sono sempre quelli che non ti fanno mai perdere la grinta di andare avanti…come nell'arte…un percorso lento il mio e molto travagliato. Frequento l'istituto d'arte ad Ascoli Piceno interessandomi di più alla conservazione dei beni culturali, i miei non ci credevano nel mio tocco artistico, continuo questa strada. Mi iscrivo all'Accademia di Belle Arti nella sezione di Restauro convinta che da grande volessi fare la restauratrice, perché questo mi dava un buon posto, come dice mio padre, ma la consapevolezza di avere tra le mani l'arte di altri e che le mie mani potessero toccare qualcosa che era stato progettato da altri…mi dava gioia perché sapevo che il mio intervento poteva ridare luce a qualcosa che poteva morire ma non ero veramente felice…così provo
un'altra strada…mi dico insegno?! Si perché no! Donare ad altri la mia passione per l'arte potrebbe essere appagante, ma fare arte sul serio? Quello si che sarebbe un bel sogno!
Ed ecco che ci provo: mi lascio guidare da un istinto che era rimasto stagnante latente ma non morto, con assoluta arroganza lui torna fuori in modo vorticoso inarrestabile ed ora quasi bulimico. Quindi Maria Grazia Cortellino è oggi un animale curioso bramoso di esprimere quello che ha dentro, capace di tirarlo fuori solo attraverso le sue creature, che necessità ancore e libretti d'istruzione per continuare a vivere in questo grande mare ….e io ti aspettavo da tempo fratello caro…. MaryGreace C

1 comment:

  1. questo e' di maria grazie , scusate per la confusione x x franko

    ReplyDelete